101 cose che Mozilla può fare ed IE no

Copyright © 2002 Neil Deakin
Traduzione a cura di Giovanni Derks e Michele Dal Corso

Questo documento elenca 101 cose che è possibile fare con il browser Mozilla (versione 1.2) e non con Internet Explorer (versione 6.0). Per il confronto è stata utilizzata la versione Windows di IE 6.0, dato che per la versione Mac la lista varia significativamente.

Alcune note sulla scelta dei punti di questo elenco:

  • Sono considerate solo le funzionalità fornite con la versione di IE distribuita direttamente dalla Microsoft. Non sono incluse le caratteristiche che possono venire aggiunte da utility software o estensioni. Se fossero state incluse, per avere un confronto equo, si sarebbero dovute includere anche le estensioni disponibili per Mozilla. Dato che la lista si sarebbe allungata all’infinito, nessuno di questi strumenti è stato considerato per entrambi i browser.
  • Per lo stesso motivo non sono state incluse le funzionalità che necessitano di modifiche manuali al registro di sistema o ai file di configurazione per funzionare. IE possiede alcune caratteristiche che possono essere attivate solo agendo nel registro di sistema, ma anche Mozilla ha molte impostazioni nascoste… Questa lista non le include.

  1. Navigazione per schede
    È possibile visualizzare più siti contemporaneamente in un’unica finestra utilizzando più schede. Si può aprire una nuova scheda selezionando Scheda in Navigator dal sottomenù Nuovo del menù File (oppure premendo Ctrl+T). Si può anche aprire un link in una nuova scheda utilizzando il menù del tasto destro. Si troveranno le impostazioni avanzate nella sezione Schede di navigazione della finestra Preferenze. 1
  2. Blocco finestre popup
    Blocca tutte le pubblicità popup. Per attivare questa funzione selezionare Avanzate e quindi Script e plugin nella finestra Preferenze, poi togliere il segno di spunta ad Apri finestre non richieste.
  3. Impedisce agli script di fare ciò che vogliono
    Come spostare le finestre, chiuderle ed impostare cookie. Per modificare queste impostazioni selezionare Avanzate e quindi Script e plugin nella finestra Preferenze, poi scegliere le opzioni desiderate.
  4. Barra dei collegamenti
    Mostra le informazioni di navigazione fornite dai tag <link>, rendendole accessibili nell’interfaccia.
  5. Barra laterale
    La barra laterale fornisce un insieme di schede pronte all’uso e altre possono essere aggiunte.
  6. È possibile aggiungere pannelli personalizzati alla barra laterale
    I pannelli laterali personalizzati possono essere realizzati in HTML o XUL e possono essere installati da un sito remoto senza troppe complicazioni utilizzando la funzione JavaScript window.sidebar.addPanel().
  7. Più controllo sull’ingrandimento dei testi
    È possibile ingrandire testi in qualunque dimensione. IE supporta solo cinque dimensioni e non ha scorciatoie da tastiera per sceglierle. Per le persone con problemi di vista può essere utile ingrandire a piacere i testi di quei siti con caratteri troppo piccoli. 2
  8. È possibile ingrandire qualunque testo, anche quelli a dimensione fissa per pixel
    Qualunque sia l’unità specificata per la dimensione, è sempre possibile ingrandire i testi, diversamente da IE.
  9. È possibile selezionare uno fra i vari fogli di stile forniti da una pagina
    Quando una pagina fornisce più fogli di stile (multipli o alternativi) è possibile sceglierne uno specifico dal sottomenù Usa foglio di stile del menù Visualizza.
  10. Finestra Informazioni sulla pagina
    Fornisce varie informazioni quali la codifica, il tipo di contenuto, l’URL referente, i tag meta. Alcune di queste informazioni sono rese disponibili anche dalla finestra proprietà di IE, ma non sono così dettagliate e la finestra non è ridimensionabile.
  11. Informazioni dettagliate sui moduli/link/media
    La finestra Informazioni sulla pagina permette nelle altre schede di ottenere la lista degli elementi dei moduli, dei link, delle immagini e di altri contenuti multimediali di una pagina. È anche possibile vedere un’antepirima delle immagini e salvarle direttamente.
  12. Salvataggio dei plugin
    Mozilla salva i plugin quando si salva una pagina web completa. È anche possibile salvarli dalla finestra Informazioni sulla pagina.
  13. Temi
    Fornisce direttamente due temi (Classic e Modern), ma altri possono essere installati. 3
  14. La finestra dei segnalibri fornisce più dettagli
    Vengono mostrate più informazioni per un singolo segnalibro nella finestra dei segnalibri. La finestra Organizza Preferiti di IE è abbastanza scomoda ed è modale: significa che non è possibile interagire con il browser mentre è aperta. Inoltre non è possibile aggiungere segnalibri.
  15. Parole chiave per i segnalibri
    Si possono impostare delle parole chiave per effettuare delle ricerche rapide sui motori di ricerca dalla barra degli indirizzi. Il testo inserito nella barra dopo la parola chiave verrà utilizzato per sostituire %s nell’indirizzo del segnalibro.
  16. I segnalibri possono essere controllati in modo programmato
    È possibile impostare un segnalibro in modo che la pagina puntata venga controllata a vari intervalli predefiniti e venga così segnalato se il contenuto è cambiato. Almeno in teoria. IE possiede qualcosa di simile, inteso per la sincronizzazione dei contenuti per permetterne la visualizzazione fuori linea. Può solo controllare una volta al giorno e fornisce la notifica del cambiamento dei contenuti solo cambiando un’icona o inviando un’email. Mozilla può controllare gli aggiornamenti di una pagina in certi giorni prefissati oppure in qualunque momento si desideri.
  17. Gestione cookie
    La gestione cookie permette di visualizzare i cookie che sono stati impostati, il loro contenuto e la loro scadenza. 4
  18. È possibile cancellare i cookie singolarmente
    La gestione cookie permette di cancellare i cookie singolarmente senza dover effettuare strane ricerche sul proprio disco. Nella vista per file di IE è difficile distinguere i cookie provenienti da domini simili, e tutti i cookie provenienti da uno stesso dominio vengono salvati nello stesso file.
  19. Blocco immagini da siti esterni
    È possibile bloccare le immagini provenienti da domini diversi da quello in cui si sta navigando. Ciò significa che si possono bloccare le immagini di una pagina che provengono da un sito diverso da quello corrente. Per farlo in Mozilla, aprire Privacy e sicurezza dalla finestra delle preferenze, quindi selezionare la scheda Immagini. Selezionare Accetta solo le immagini provenienti dal server di origine della pagina.
  20. È possibile bloccare le immagini da siti specifici
    Possono essere bloccate le immagini provenienti da domini particolari, come quelli che comunemente distribuiscono i banner. Si può disabilitare un’immagine da un sito cliccando col tasto destro sull’immagine stessa e selezionando Blocca immagini da questo server.
  21. Gestione download
    La gestione scaricamenti fornisce una tabella di tutti i file che sono stati scaricati, permettendo di aprirli direttamente senza doverli cercare sul disco. Fornisce anche un indicatore di avanzamento durante il download di un oggetto.
    Inoltre IE non inizia il download di un file finché non si è selezionata una posizione dove salvarlo, mentre Mozilla inizia il download sullo sfondo appena si è fatto click, già durante la scelta della posizione.
  22. È possibile sospendere un download
    In Mozilla si possono mettere in pausa i download. Molti trovano questa funzionalità utile con i file di grosse dimensioni.
  23. Visualizza sorgente
    Mostra il codice sorgente di una pagina con sintassi evidenziata, senza doverlo visualizzare nel Blocco Note. 5
  24. Console JavaScript
    La console mostra un registro degli errori che può essere semplicemente consultato o ignorato.
  25. La console JavaScript mostra i warning degli script
    La console separa i warning dagli errori. I warning permettono di scovare l’utilizzo di proprietà o comandi obsoleti negli script e altre cose simili.
  26. Debugger JavaScript
    Strumento per il debug JavaScript.
  27. DOM Inspector
    Visualizza la struttura di un documento utilizzando un’intelligente vista ad albero. Permette di visualizzare anche le proprietà degli script e gli stili applicati a ciascun elemento. Si può avviare dal sottomenù Strumenti web del menù Strumenti.
  28. Cattura immagini dal DOM Inspector
    Il DOM Inspector ha uno strumento per catturare l’immagine di una parte di pagina, anche se non sembra funzioni ancora del tutto bene.
  29. Cercare con il testo selezionato
    Selezionare del testo, aprire il menù contestuale e scegliere ‘Cerca’ per effettuare una ricerca sul web con quel testo.
  30. È possibile impostare un motore di ricerca qualunque
    È possibile scegliere quale motore di ricerca utilizzare, uno qualunque, non solo fra quelli scelti da altri.
  31. Può visualizzare i risultati nella barra laterale
    Quando si effettua una ricerca, i risultati vengono analizzati automaticamente e mostrati nella barra laterale. È così possibile navigare fra tutti i risultati senza mai perdere d’occhio la lista.
  32. Supporta tutti i plugin Sherlock
    Mozilla supporta il formato di ricerca Sherlock di Macintosh, in modo che ogni plugin Sherlock fornito da un qualunque motore di ricerca può essere utilizzato in Mozilla.
  33. Può gestire le password salvate
    Permette di visualizzare e di eliminare i dati di accesso ai siti o le password.
  34. Può compilare completamente ed in modo automatico i moduli
    Mozilla salva completamente i dati di compilazione di un modulo, in modo da poterli riutilizzare per compilare successivamente lo stesso. Questa funzione è utile per iscriversi centinaia di volte ad uno stesso servizio… Per compilare un modulo scegliere Compila dati modulo dal menù Modifica.
  35. Le informazioni sensibili possono essere cifrate con una password principale
    Una singola password principale può essere usata per proteggere tutte le altre password salvate.
  36. Si possono disabilitare i tooltip
    Non è così importante, ma a qualcuno può comunque interessare.
  37. Navigazione tramite cursore del testo
    Premendo F7 apparirà un cursore nella pagina. Può così essere utilizzato per la navigazione e per la selezione di testo, utilizzando esclusivamente la tastiera. 6
  38. Cerca quanto digitato
    Inserendo direttamente del testo verrà cercato subito fra i link. Altre informazioni (en).
  39. Mostra sorgente selezione
    Selezionare del testo, aprire il menù contestuale e scegliere Mostra sorgente selezione. Verrà visualizzato il codice sorgente solo per il contenuto selezionato. Può anche essere utilizzato per visualizzare il codice generato dopo una trasformazione XSLT.
  40. La finestra Proprietà permette di ottenere varie informazioni sui link
    Cliccare col tasto destro su di un link, un’immagine o altro, selezionare Proprietà e verranno mostrate varie informazioni sull’oggetto scelto, come la lingua, se il link aprirà una nuova finestra, ecc. La finestra è oltretutto ridimensionabile.
  41. Visualizza gli script e i fogli di stile direttamente
    Mozilla può mostrare gli script e i fogli di stile direttamente come testo semplice, senza dover ricorrere ad applicazioni esterne. Utile per visualizzare al volo qualcosa.
  42. Più funzioni per i caratteri
    Si hanno a disposizione più controlli per i caratteri usati, inclusa la personalizzazione dei caratteri impostati dai CSS. Per utilizzarli selezionare Aspetto e quindi Caratteri dalla finestra delle preferenze.
  43. È possibile impostare una dimensione minima per i caratteri
    Funzione utile per alcuni siti con testi di dimensione molto piccola. Per impostarla selezionare Aspetto e quindi Caratteri dalla finestra delle preferenze.
  44. Opzioni per il controllo della rotellina del mouse
    Premendo Alt e scorrendo la rotellina si navigherà avanti e indietro nella cronologia del browser. Si può anche configurare un altro tasto per l’utilizzo della rotellina per la variazione della dimensione dei testi.
  45. Profili multipli
    Può gestire più profili per condividere il programma fra più persone oppure solo per effettuare dei test. Si può realizzare una cosa simile in Windows utilizzando più account di sistema, ma questo implica il coinvolgimento di tutte le applicazioni.
  46. Installazione semplice
    Può essere installato velocemente senza troppi problemi. Può anche essere avviato da un disco di rete o direttamente da un CD-rom. In pratica è necessario installarlo.
  47. Disinstallazione semplice
    Si può disinstallare allo stesso modo di quasi tutte le altre applicazioni.
  48. È possibile averne più versioni installate contemporaneamente
    Si possono avere tutte le versioni desiderate di Mozilla installate allo stesso tempo. Utile se si devono effettuare dei test fra le varie versioni.
  49. Multipiattaforma
    Mozilla può funzionare su molteplici piattaforme (da 8 a 12, a seconda della versione), conservando le medesime caratteristiche. IE funziona in modo differente solo su Windows e Mac. Una versione limitata per Unix era disponibile, ma ora non lo è più. 7
  50. XUL
    L’XML User Interface Language viene utilizzato per implementare interfacce utente complesse semplicemente con il markup.
  51. XBL
    L’eXtensible Bindings Language viene utilizzato per creare widget o elementi personalizzati ed unirli ad altri elementi XUL, XML o HTML.
  52. RDF
    Mozilla può leggere e manipolare i file Resource Description Framework.
  53. MathML
    MathML è un linguaggio di markup per la visualizzazione di equazioni matematiche.
  54. XPCOM
    XPCOM è un’interfaccia nativa accessibile via C++ o JavaScript per comandare varie funzionalità di Mozilla.
  55. Gestisce correttamente i tipi MIME
    Visualizza correttamente i contenuti, sfruttando le informazioni sul tipo di contenuto inviate dal server, invece di utilizzare altri metodi non corretti. E possibile saperne di più (en).
  56. Supporta i contenuti di tipo application/xhtml+xml
    Nonostante la specifica per il tipo di contenuto da utilizzare con l’XHTML non sia ancora definitiva, Mozilla supporta comunque sia il tipo application/xhtml+xml che il tipo text/xml.
  57. Può visualizzare i documenti XML con fogli di stile associati
    Può visualizzare i documenti XML con fogli di stile associati senza doverli convertire in altri formati.
  58. Precaricamento dei link
    Le più recenti versioni di Mozilla hanno la possibilità di precaricare immagini e documenti in modo automatico e trasparente, dopo che la pagina corrente è stata caricata. Questa funzione è utile per velocizzare la navigazione nelle pagine successive, soprattutto se in sequenza. Altre informazioni (en).
  59. Mostra i tag <abbr> e <acronym> sottolineati e ne mostra l’attributo title dei come tooltip
    Il contenuto di questi tag viene mostrato sottolineato e il valore dell’attributo title viene visualizzato come tooltip (anche IE mostra i tooltip per il tag acronym).
  60. Supporta i testi lampeggianti
    È possibile rendere i testi lampeggianti. Non è una caratteristica soggettiva. Ovviamente è supportato il tag <blink>, ma anche si può utilizzare anche la proprietà CSS text-decoration:blink.
  61. CSS min/max-width/height
    È possibile impostare le dimensioni massime e minime di un contenuto al fine di confinarlo entro certi limiti. Per maggiori informazioni consultare le specifiche CSS min/max-width e min/max/height.
  62. CSS position:fixed
    Questa caratteristica permette di fissare del contenuto in una particolare posizione della finestra. Se si scorre il documento, il contenuto rimane dov’è.
    Per un esempio di ciò visitare la pagina CSS del W3C ed osservare il menù nell’angolo in alto a destra mentre si scorre il documento. 8
  63. CSS display:table e relativi display type
    Permettono di creare elementi di tabella personalizzati.
  64. Contenuti generati dai CSS
    I contenuti generati si riferiscono a :before, :after, le proprietà di contenuto e così via.
  65. Selettori CSS2
    Si possono selezionare gli elementi a cui applicare gli stili mediante i valori degli attributi, e fare anche altre cose.
  66. Supporta una manciata di selettori CSS3
    Ad esempio per la selezione degli elementi attraverso sottostringhe degli attributi, il testo selezionato e così via.
  67. Fornisce alcune estensioni alle proprietà CSS
    user-focus, user-select, border-radius e molte altre. Il principale impiego di queste proprietà si ha nella realizzazione di temi per l’interfaccia, ma nulla vieta di utilizzarle nelle pagine web.
  68. XML base
    Per specificare la base degli URI in un documento XML. Non è noto se questa caratteristica sia supportata dagli altri browser.
  69. Supporto a FixPtr
    FixPtr serve per riferirsi a parti di un documento XML.
  70. Supporto semplice a XLink
    Utilizzato per i link nei documenti XML.
  71. XML-RPC
    Semplici API per utilizzare XML-RPC.
  72. API per SOAP incorporate
    È disponibile un consistente insieme di funzioni SOAP utilizzabili senza l’impiego di librerie addizionali.
  73. Trasparenza alfa PNG
    Per rendere trasparenti le immagini. Ecco una dimostrazione.
  74. Supporto alle immagini MNG
    MNG è un formato per le immagini animate, solitamente utilizzato per realizzare animazioni con PNG.
  75. Supporta le ‘favicon’ di qualunque formato
    Supporta tutti i formati immagine che è possibile visualizzare in una pagina web (GIF, JPEG, PNG, MNG, XBM, BMP, ICO). È anche possibile renderle animate se si è creativi. IE supporta solo i formati ICO e BMP.
  76. Mostra le icone nelle schede e nella barra degli indirizzi
    Mostra le icone dei siti sia nelle intestazioni delle schede che nella barra degli indirizzi.
  77. Disponibile in più lingue/localizzazioni
    Mozilla è disponibile in molte lingue, incluse alcune poco note e sconosciute ai più. IE 6.0 allo stato attuale è disponibile per 24 lingue, Mozilla 1.1 o successivi per 29. Mozilla 1.0 o successivi è disponibile per oltre 40 lingue.
  78. Supporto per la gestione standard degli eventi
    Supporta il modello standard capturing/bubbling degli eventi.
  79. Supporto a caratteristiche addizionali DOM0/DOM1/Core
    Supporta praticamente tutto il DOM0 e il DOM1.
  80. Gestione del namespace DOM2
    Supporta i vari metodi DOM per operare con i namespace.
  81. Interfacce di stile DOM2
    Supporta la maggior parte delle interfacce standard di stile DOM.
  82. Interfaccia TreeWalker DOM2
    L’interfaccia TreeWalker viene utilizzata per navigare attraverso un documento.
  83. Interfaccia Range DOM2
    Supporta l’interfaccia Range per catturare blocchi di testo.
  84. Interfaccia XPath DOM3
    Supporta il richiamo di elementi utilizzando le espressioni XPath nei documenti HTML/XML/XUL utilizzando l’interfaccia DOM3 XPath.
  85. Si può impostare la dimensione dei contenuti stampati
    Anche se con viarie differenze a seconda della stampante, si potrà sempre riscalare il documento stampato per ingrandirlo o farlo rientrare nel foglio. Utile per i siti un po’ troppo larghi.
  86. Si possono salvare in segnalibri gruppi di pagine (in schede)
    È possibile salvare gli indirizzi di un insieme di pagine in un un unico segnalibro per aprirli successivamente tutti in una volta in più schede.
  87. Si possono impostare più pagine come pagina Home
    È possibile impostare un gruppo di pagine come pagina Home, in modo che più pagine vengano caricate contemporaneamente all’avvio di Mozilla. Per farlo aprire le pagine desiderate in più schede, quindi scegliere Usa gruppo corrente nel pannello Navigator della finestra delle preferenze.
  88. È possibile effettuare ricerche nei segnalibri
    È possibile cercare fra i segnalibri senza dover rovistare nel proprio disco.
  89. È facile realizzare e aggiungere componenti personalizzati
    Si può utilizzare XPInstall per installare facilmente dei componenti personalizzati, facendo uso di uno script di installazione in JavaScript. Non sono richiesti strumenti particolari se non un qualunque programma ZIP.
  90. Supporta il protocollo finger
    Si può utilizzare il protocollo finger. Questa funzionalità è stata disabilitata nelle ultime versioni di Mozilla.
  91. Supporta gli URL data:
    Gli URL data possono essere utilizzati per inglobare dati direttamente negli URL.
  92. Pipelining HTTP
    Permette maggiori performance nella visualizzazione delle pagine.
  93. Supporta i getters/setters JavaScript
    Per aggiungere proprietà personalizzate agli oggetti. Ad esempio vedere IEEmu, che implementa alcune delle proprietà non standard di IE.
  94. JavaScript supporta la modalità strict nel controllo degli errori
    Significa che verranno mostrati anche errori per cose che non si pensava fossero errori (simile alla modalità strict del Perl).
  95. Accesso semplice al file delle preferenze
    Le preferenze vengono salvate tutte in un unico file (prefs.js), semplice da modificare per aggiungere impostazioni non raggiungibili dall’interfaccia utente.
  96. Le preferenze possono essere spostate in modo semplice
    Le preferenze possono essere semplicemente copiate, assieme ai segnalibri e ad altri dati, su di un altro computer poiché si trovano tutte in un unica cartella.
  97. Varie caratteristiche relative alla sicurezza
    Sono sicuramente note le migliori caratteristiche di sicurezza di Mozilla…
  98. Supporto al protocollo irc:
    Supporta il protocollo irc: per le chat (aprendo Chatzilla).
  99. Open Source
    Sviluppatori così appassionati da scoprire sempre e in modo esatto perché Mozilla si comporta in un certo modo, e modificarlo se lo desiderano…
  100. Bugzilla
    È il sistema di tracciamento dei bachi di Mozilla, il luogo dove trovare informazioni sui problemi incontrati e dove è possibile fornire aiuto per la loro risoluzione.
  101. Le lucertole giganti sono mitiche
    Molto più esaltanti di una “e” azzurra.

Torna ad inizio documento

Note

  • 1: CrazyBrowser è un prodotto differente da IE.
  • 2: L’utilizzo del mouse non è una scorciatoia da tastiera.
  • 3: Esiste un sistema di impostazione dei temi incorporato in Windows XP, ma non è supportato da Microsoft. Inoltre non è presente in nessun’altra versione di Windows. I temi di Mozilla funzionano in tutte le versioni di Windows e in tutte le altre piattaforme. Si può cambiare tema agendo dal sottomenù Applica tema del menù Visualizza.
  • 4: Alcuni hanno segnalato che si possono visualizzare i cookie premendo sul pulsante Visualizza file nelle Opzioni, ma questa funzionalità fornisce solo una lista di tutti i file in cache. Anche se questa lista include i cookie, nascosti fra gli altri file, non è specializzata per i cookie (è solo un elenco generico di file) e non è facilmente visibile la loro data di creazione e scadenza.
  • 5: Alcuni hanno segnalato che da Blocco Note è anche possibile modificare la pagina (o almeno un copia di essa). Vero, ma esiste la funzione Modifica pagina del menù File per far questo in Mozilla. Molte persone hanno necessità solo di un semplice visualizzatore per il codice sorgente.
  • 6: Alcuni pensano che sia la stessa funzionalità offerta dall’attributo contenteditable="true" su di un elemento. Anche se questa opzione mostra un cursore in IE, attualmente permette la modifica del contenuto e disabilita tutti i link inclusa la gestione degli eventi del mouse. La navigazione tramite cursore è intesa come sistema per la navigazione nella pagina, fra i link e la selezione di testo utilizzando esclusivamente la tastiera.
  • 7: N.d.T.: Anche IE per Mac da Giugno 2003 non viene più sviluppato.
  • 8: N.d.T.: Si può osservare anche il menù di questo sito, una volta che è stato bloccato cliccando sul simbolo del lucchetto.