Notizie con etichetta “Geeksphone”

Keon con Firefox OS: aggiornamento del sistema

Probabilmente alcuni di voi hanno approfittato qualche tempo fa dell’offerta disponibile su eBay per l’acquisto di un dispositivo ZTE con Firefox OS a bordo, tanti di voi stanno invece aspettando qualcosa di più ufficiale, magari quell’espandersi del mercato del sistema operativo di Mozilla per i dispositivi mobili anche in Italia. A prescindere dalle informazioni che girano sul web, l’argomento di oggi vuole in qualche modo iniziare ad introdurvi a questo mondo con un primo articolo semplice che spiega un’operazione banale ma molto importante: l’aggiornamento del firmware.

Il mio articolo si basa su un Keon della Geeksphone ma l’operazione rimane grosso modo simile anche per gli altri dispositivi dato che al momento non esiste l’aggiornamento OTA (Over the Air) come per iOS o Android. Tutto ciò che vi servirà è un PC con a bordo un sistema operativo a vostra scelta (Linux, Windows o OS X) e il cavo USB generalmente fornito all’interno della scatola del prodotto. Io ho usato una macchina virtuale Windows 7 montata sul mio OS X solo per una questione di semplicità e maggiore diffusione del sistema operativo di Microsoft.

Aggiornare il firmware della casa vuol dire ottenere un’immagine di sistema più recente ed in lingua italiana, un lavoro che Mozilla Italia si sta impegnando a realizzare e portare avanti per tutti i nostri connazionali che avranno modo di mettere mano su un telefono con a bordo Firefox OS.

Sul sito web del produttore è possibile tipicamente trovare driver e documentazione ad-hoc, nel caso di Keon vi basterà seguire una semplice procedura che consiste in:

  • prima di fare qualunque altra mossa occorrerà abilitare sul telefono il “Remote Debugging“. Trovate lo switch seguendo il percorso: Settings, Device Information, More Information, Developer,questo perché al primo avvio di un telefono in Developer Preview non avrete l’italiano come lingua a bordo;
  • collegare il telefono al PC e scaricare nel frattempo i driver relativi al proprio telefono. Nel caso di Keon o Peak (funzionano allo stesso modo) sono disponibili all’indirizzo downloads.geeksphone.com/drivers/usb_driver.zip e dovranno essere utilizzati perché sia Windows 7 che Windows 8 potrebbero non riconoscere l’hardware connesso o installarlo come generico dispositivo Android. Andrà quindi aggiornato il driver proposto con quello contenuto in archivio;
  • a questo punto si potrà scompattare l’archivio dell’aggiornamento di sistema precedentemente scaricato, all’interno del quale troverete i file necessari e gli script da lanciare a seconda del sistema operativo che monta il vostro PC;
  • dato che tutta l’operazione è stata affrontata con Windows è bastato lanciare lo script batch “flash.bat” e seguire le istruzioni a video. Si tratterà di rispondere solo ed esclusivamente a una domanda: è possibile formattare e perdere completamente le impostazioni del telefono? Dato che sto testando queste prime release di sistema che rischiano di essere non del tutto stabili, preferisco avere un telefono sempre pulito, quindi scelgo di formattare completamente il dispositivo perdendo ogni contenuto, che andrà poi reinstallato o re-sincronizzato al successivo avvio del telefono. Basterà lasciar lavorare lo script e attendere che termini, quindi premere un pulsante qualsiasi per riavviare il telefono e chiudere lo script.

Il telefono, una volta riavviato, mostrerà ovviamente la schermata di prima configurazione. Potrete così notare la presenza della lingua italiana (con tanto di tastiera ad-hoc), il giusto fuso orario impostabile e molto altro ancora.

Sappiate che

  • Se il telefono dovesse bloccarsi durante l’aggiornamento basterà avviarlo tenendo premuto il tasto di accensione e quello per aumentare il volume (si trova sul lato sinistro del Keon), si aprirà una schermata di testo e sarà possibile ripetere il flash della ROM;
  • se dopo l’aggiornamento il telefono rimane bloccato sulla schermata nera all’avvio, eseguire il punto 2 (quindi collegare nuovamente il telefono al PC, lanciando il file batch) e scegliere di non mantenere i dati.

Buon aggiornamento 🙂