Associazione Italiana Supporto e Traduzione Mozilla

Siamo un'associazione senza fini di lucro che si dedica alla traduzione italiana, al supporto e alla promozione dei prodotti della Mozilla Foundation e derivati.

In questo sito è raccolto il nostro lavoro: software, traduzioni, articoli e guide.

Vi raccomandiamo di consultare i nostri forum, per chiedere informazioni o segnalare problemi su tutto ciò che pubblichiamo e, ovviamente, anche per offrire aiuto.

Disponibile Firefox 48.0

Logo Mozilla Firefox È disponibile la versione 48.0 di Firefox. Da martedì 2 agosto, cioè dopo 10005 giorni dalla nascita del Web e 5726 giorni dal rilascio della prima versione di Firefox, è iniziata la distribuzione degli aggiornamenti automatici per la versione 48.0; se Firefox non si è ancora aggiornato potete farlo manualmente seguendo le istruzioni riportate nell’articolo “Aggiornamento di Firefox”.

A partire da questa versione, almeno per i sistemi Windows superiori a 7 e nel caso non siano installate estensioni, è attivata la tecnologia Electrolysys (E10S) che consente di caricare le singole schede in specifici processi di Firefox.

Di seguito alcune delle novità principali di questa versione, per un elenco completo fate riferimento alle note di versione in inglese.

  • Come già detto, sui sistemi Windows, se non sono installate estensioni, è attivo il meccanismo di separazione dei processi per le singole schede. Nelle prossime versioni la tecnologia Electrolysys sarà attivata anche su altre piattaforme e indipendentemente dal fatto che si abbiano componenti aggiuntivi installati, ovvero circa l’1% degli utenti di Firefox. Per ulteriori informazioni sull’integrazione di e10s in Firefox vi rimandiamo all’articolo sul blog di Asa Dotzler.
  • A partire da questa versione viene incluso in Firefox il primo componente sviluppato utilizzando il linguaggio Rust. Nello specifico, il componente si occuperà del parsing dei contenuti multimediali nativamente supportati in Firefox ed è stato realizzato da Ralph Giles e Matthew Gregan, con il contributo di altri sviluppatori per integrarlo nel codice di Firefox. Il linguaggio Rust è una alternativa al C++ che ha fra le sue principali caratteristiche una gestione sicura della memoria e la parallelizzazione. Uno dei principali benefici sarà una maggiore sicurezza, grazie al rigido controllo fatto in fase di compilazione infatti, il codice prodotto in Rust limita notevolmente i possibili bug nella gestione della memoria che vengono sfruttati negli attacchi informatici. Ulteriori informazioni sul linguaggio di programmazione Rust si possono trovare nell’articolo “Primi passi con Rust”.
  • Miglioramento della protezione dei download. La protezione dei download è attiva sin da Firefox 31 (Windows) e da Firefox 39 (Linux e Mac) ed è basata sul servizio di Google che cataloga tutti quei file potenzialmente dannosi. Ora Firefox mostrerà un avviso per due nuove categorie di file: i cosidetti Potentially Unwanted Software (software indesiderati, noti anche come Potentially Unwanted Program o PUP) e gli Uncommon Download (software poco scaricati). Nella prima categoria vengono inclusi tutti quei programmi, che pur non essendo dei veri e propri malware, includono caratteristiche di tracciamento e che solitamente non forniscono un modo facile per essere disinstallati. Della seconda categoria fanno parte dei file poco scaricati, che potrebbero essere del tutto legittimi, ma anche dei malware non ancora riconosciuti come tali dagli antivirus o versioni truffaldine di altri software. Consigliamo quindi di fare molta attenzione quando Firefox visualizzerà tali avvisi e di verificare con molta attenzione la legittimità del file. Ulteriori informazioni in questo articolo del Mozilla Security Blog (in inglese) o, in italiano, in questo articolo della KB Mozilla.
  • I suggerimenti della barra degli indirizzi ora vengono presentati in modo più leggibile e delle nuove icone segnaleranno a colpo d’occhio se il suggerimento è incluso nei segnalibri o se si tratta di una pagina aperta in un’altra scheda.
  • Nuovo design per la pagina about:addons (il Gestore dei componenti aggiuntivi).
  • Ora le estensioni che non sono state firmate digitalmente da Mozilla non potranno più essere installate.
  • Su Linux, prestazioni dell’elemento canvas migliorate del 300% grazie a un miglior supporto del motore grafico Skia.
  • Questa sarà l’ultima versione di Firefox ottimizzata per le versioni 10.6 (Snow Leopard), 10.7 (Lion) e 10.8 (Mountain Lion) dei sistemi della mela, le prossime versioni potrebbero comunque continuare a funzionare correttamente, ma eventuali bug non verranno presi in considerazione.

Come al solito molte novità riguardano il supporto di nuove caratteristiche HTML5 e gli strumenti per lo sviluppo web. Per scoprire tutte le novità lato sviluppatori, oltre che alle note di versione in lingua inglese, vi rimandiamo all’articolo di MDN che tratta l’argomento in dettaglio.

Un altro articolo incentrato sulle novità lato sviluppatori verrà pubblicato a breve anche su hacks.mozilla.org, consigliamo quindi agli interessati di controllare il feed o la homepage del sito.

Firefox a 64 bit

Ricordiamo che da qualche mese è disponibile una versione ufficiale di Firefox a 64 bit per Windows che offre migliori prestazioni coi processori a 64 bit. Per chi volesse passare alla versione a 64 bit senza perdere nulla, rimandiamo alla lettura di questo articolo della KB Mozilla.

Firefox per iOS e Android

Ricordiamo inoltre che Firefox è disponibile anche per dispositivi iOS e Android.

Nella versione di Firefox per Android, anch’essa arrivata alla versione 48.0, le pagine presenti in Elenco lettura saranno importate come segnalibri, verranno visualizzate delle notifiche per i siti visitati di rado e un pulsante Agg. a schermata principale in quelli visitati più spesso. Per le altre novità vi rimandiamo alle note di versione sulla pagina di Google Play.

Firefox per iOS invece è arrivato alla versione 5.0 come annunciato in questo articolo del blog o in quest’altro articolo della Sala stampa Mozilla, oppure ancora in quest’altro articolo della KB Mozilla. Vi rimandiamo alla lettura di uno dei tre articoli citati per scoprire tutte le novità introdotte in questa versione del browser Mozilla per iPad e iPhone.

Lo scorso 28 luglio il Web a festeggiato i suoi primi 10000 giorni di vita.

Lo scorso 28 luglio il Web a festeggiato i suoi primi 10000 giorni di vita.

Per qualunque problema con il nuovo aggiornamento o qualsiasi altro di natura generale con Firefox venite a trovarci sul forum, faremo del nostro meglio per aiutarvi a risolverlo.

Potete anche seguirci su Twitter o su Facebook.


Firefox per iOS raggiunge la versione 5 e introduce diverse novità

È stata da poco rilasciata la nuova versione di Firefox per iOS, che raggiunge così la versione 5, introducendo molte novità per gli utilizzatori del sistema operativo mobile di casa Apple.

Firefox-iOS

Il rilascio di Firefox per iOS, avvenuto alla fine dello scorso anno, è stato accolto molto positivamente e ha registrato milioni di download. Molti utenti di Firefox sono stati entusiasti di poter finalmente utilizzare il loro browser preferito anche su iPhone e iPad. Oggi siamo lieti di annunciare importanti miglioramenti in Firefox per iOS. Questo aggiornamento garantisce agli utenti maggiore libertà di scelta e flessibilità, due aspetti a cui siamo da sempre molto attenti.

I punti chiave che riguardano questa release possono essere riassunti in:

  • Maggiore velocità.
  • Possibilità di includere nuovi motori di ricerca oltre quelli già suggeriti (partendo da un qualsiasi box di ricerca all’interno del tuo sito preferito, per esempio).
  • Un nuovo menu onnicomprensivo di ogni funzione generalmente considerata più utile, d’uso più comune, per migliorare l’esperienza d’uso su dispositivi più ridotti rispetto al classico PC.
  • Un nuovo ripristino per le schede chiuse e un accesso più rapido al gruppo di schede lasciate aperte durante la navigazione.
  • Pagina iniziale sempre a portata di tocco.

Una serie di novità che vi spieghiamo più nel dettaglio nella notizia pubblicata sul blog della Sala Stampa, all’indirizzo blog.mozilla.org/press-it/2016/07/27/mozilla-migliora-lesperienza-degli-utenti-in-firefox-per-ios.

Cosa aspetti? Scarica subito il nuovo Firefox per iOS! 🙂

Browser web Firefox
Developer: Mozilla
Price: Free

Ridurre l’utilizzo di Adobe Flash in Firefox

I plugin, e in particolar modo Flash, hanno permesso di realizzare alcune delle esperienze più coinvolgenti sul Web, come video, giochi e contenuti interattivi. Purtroppo i plugin introducono spesso problemi di stabilità, prestazioni e sicurezza nel browser. Si tratta di un compromesso che gli utenti non dovrebbero essere costretti ad accettare.

Mozilla e il Web nel suo complesso hanno fatto passi avanti per ridurre l’utilizzo di contenuti Flash nella navigazione di tutti i giorni. A partire da agosto Firefox bloccherà alcuni contenuti Flash non essenziali per l’esperienza dell’utente, pur mantenendo il supporto per i contenuti Flash esistenti. Questo cambiamento, insieme a ulteriori modifiche pianificate per il futuro, contribuirà a offrire agli utenti di Firefox maggiore sicurezza, ridotto consumo della batteria nei notebook, caricamento più rapido delle pagine e migliore reattività del browser.

Nel corso degli anni Firefox ha implementato Web API per sostituire funzionalità un tempo disponibili solo attraverso i plugin. Ad esempio: riproduzione audio e video, streaming di contenuti multimediali, integrazione con gli appunti, grafica 2D e 3D ad alte prestazioni, networking con WebSocket, accesso a microfono e fotocamera. La transizione dei siti web da Flash ad altre tecnologie web ha contribuito a ridurre drasticamente il numero di crash dei plugin in Firefox:

Tendenza crash plugin

Il nostro obiettivo è quello di proseguire questa tendenza bloccando i contenuti Flash invisibili all’utente. La previsione è che questo ridurrà il numero di crash e blocchi di Firefox fino al 10%. Per diminuire il rischio di problemi di compatibilità con i siti web, le modifiche saranno inizialmente limitate a un breve elenco di elementi che è possibile sostituire in modo sicuro con HTML. Con il tempo intendiamo ampliare questa lista.

Nel corso dell’anno abbiamo in programma di includere nell’elenco i contenuti Flash utilizzati per determinare quali elementi di una pagina vengano effettivamente visualizzati, una pratica piuttosto diffusa per analizzare le campagne pubblicitarie. Questo migliorerà le prestazioni di Firefox e ridurrà il consumo energetico su dispositivi portatili. Questa modifica verrà effettuata contemporaneamente all’introduzione dell’equivalente HTML Intersection Observer API (bug 1243846); i produttori di contenuti verranno invitati a passare alla nuova API il prima possibile.

Nel 2017 la riproduzione automatica dei contenuti Flash in Firefox sarà disattivata e sarà sempre necessario un clic dell’utente per attivarla. I siti web che utilizzano Flash o Silverlight per la riproduzione di video o giochi dovrebbero pertanto pianificare quanto prima il passaggio a tecnologie HTML. Firefox attualmente supporta la riproduzione di contenuti video protetti attraverso i moduli Adobe Primetime e Google Widevine in alternativa ai plugin video.

Continuiamo a lavorare a stretto contatto con Adobe per offrire agli utenti la miglior esperienza possibile con Flash. La collaborazione ha contribuito al miglioramento del supporto high-DPI su Windows, alla realizzazione di un processo di sandboxing più efficace e di una rendering pipeline accelerata in Flash che garantisce migliori prestazioni e stabilità.

Tutte queste modifiche rientrano nello sforzo continuo di garantire una navigazione più sicura e veloce a tutti i nostri utenti, senza alcun compromesso sui contenuti. Come annunciato l’anno scorso, Firefox ha in programma di abbandonare il supporto ai plugin NPAPI, con l’eccezione di Flash, nel marzo 2017. La prossima versione ESR (Extended Support Release) di Firefox, prevista anch’essa per marzo, continuerà a supportare plugin come Java e Silverlight fino all’inizio del 2018, offrendo più tempo a quegli utenti che ne richiedono l’utilizzo.

Stiamo facendo esperimenti con molte altre funzioni e miglioramenti che renderanno Firefox una straordinaria piattaforma per la scoperta e la condivisione di contenuti. I commenti e le richieste di nuove funzionalità da parte degli utenti sono benvenuti.


Contribuisci a rendere più sicuro l’Open Source con Mozilla

hearbleed-bandage-252x260Nell’ultimo periodo gravi falle di sicurezza in progetti Open Source fondamentali, come Heartbleed e Shellshock, sono salite agli onori della cronaca, trasformando vulnerabilità di sicurezza normalmente riservate agli addetti del settore in titoli da prima pagina. Nonostante questi preoccupanti episodi, non si è riusciti a raggiungere una soluzione per il problema della sicurezza nel software Open Source, come confermato da un comitato di 32 professionisti del settore nel 2015. Mozilla vuole cambiare questa situazione, a partire da oggi stesso, con la creazione di un fondo denominato Secure Open Source (“SOS”).

Il software Open Source è utilizzato da milioni di aziende, migliaia di scuole ed enti governativi per servizi e applicazioni di importanza critica. Da Google a Microsoft, fino alle Nazioni Unite, l’Open Source costituisce una parte fondamentale del software che fa funzionare il mondo intero.

Il fondo SOS rientra nel programma Mozilla Open Source Support (“MOSS”) e, come fondo iniziale, sono stati allocati 500.000 $. Speriamo che questo rappresenti solo l’inizio e invitiamo aziende e finanziatori a unirsi a Mozilla e contribuire alla sicurezza dell’ecosistema Open Source. Sei sei uno sviluppatore puoi chiedere supporto nell’ambito del programma, se vuoi diventare un finanziatore puoi contattarci a questo indirizzo.

Per ulteriori informazioni riguardo al fondo SOS visita: https://blog.mozilla.org/blog/2016/06/09/help-make-open-source-secure/


Disponibile Firefox 47

Logo Mozilla Firefox È disponibile la versione 47.0 di Firefox. Da martedì 7 giugno è iniziata la distribuzione degli aggiornamenti automatici, se Firefox non si è ancora aggiornato potete farlo manualmente seguendo le istruzioni riportate nell’articolo “Aggiornamento di Firefox”.

Prosegue l’integrazione delle specifiche HTML5 per la riproduzione dei contenuti protetti da DRM che consentirà l’abbandono progressivo di tecnologie insicure come Adobe Flash e Silverlight. Continua anche l’integrazione della tecnologia Electrolysys (E10S) che consentirà di caricare ogni scheda in un processo separato di Firefox.

Di seguito alcune delle novità principali di questa versione, per un elenco completo fate riferimento alle note di versione (in inglese).

  • Su Windows e Mac OS X è stato implementato il supporto del modulo di decifrazione dei contenuti Widevine, il CDM realizzato da Google con il quale è possibile riprodurre contenuti multimediali senza Flash o Silverlight su siti quali Amazon. Per ulteriori informazioni su questo argomento vi rimandiamo all’articolo “Visualizzare contenuti DRM con Firefox” della KB Mozilla che spiega nei dettagli questa nuova tecnologia e come è possibile disattivarla.
  • Ora, nel caso il plugin di Adobe Flash non risulti installato, i video di YouTube inseriti in pagine web verranno riprodotti utilizzando la versione HTML5.
  • Per una maggiore sicurezza, spostandosi avanti o indietro nella cronologia, le pagine che utilizzano una connessione sicura non verranno più ricaricate.
  • Nelle macchine con hardware ad alte prestazioni è attivato di default il supporto del codec video di nuova generazione VP9.
  • La preferenza sessionstore.restore_on_demand viene impostata con valore predefinito a true, anziché false come nelle versioni precedenti, per offrire migliori prestazioni con E10S. In pratica, quando Firefox viene riavviato aggiornerà il contenuto della sola scheda attiva, le altre schede della sessione verranno ricaricate solo quando verranno selezionate. Per ripristinare il vecchio comportamento e per ulteriori informazioni vi rimandiamo all’articolo “Consentire a Firefox di caricare più schede in secondo piano”.
  • È stata rimossa la libreria FUEL (Firefox User Extension Library), ciò potrebbe comportare problemi di compatibilità con alcune estensioni che dovranno passare a Addons-SDK.
  • Implementati gli algoritmi crittografici ChaCha20 e Poly1305 come indicato nella RFC 7539.
  • Aggiunte due nuove pagine informative, about:performance e about:debugging, relative a prestazioni e debug.

Come al solito molte novità riguardano il supporto di nuove caratteristiche HTML5 e gli strumenti per lo sviluppo web. Da segnalare che ora non è più disponibile lo strumento di visualizzazione del DOM in 3D, facilmente ripristinabile installando l’estensione Tilt 3D, e che nella modalità di visualizzazione flessibile è possibile specificare user agent personalizzati.

Per scoprire tutte le novità rivolte agli sviluppatori, oltre che alle note di versione in lingua inglese, vi rimandiamo all’articolo di MDN che tratta l’argomento in dettaglio.

Un altro articolo incentrato sulle novità lato sviluppatori verrà pubblicato a breve anche su hacks.mozilla.org, consigliamo quindi agli interessati di controllare il feed o la homepage del sito.

Firefox per iOS e Android

Ricordiamo inoltre che Firefox è disponibile anche per dispositivi iOS e Android.

Nella versione di Firefox per Android ora è possibile bloccare il download dei web font per limitare il consumo della connessione dati e i futuri aggiornamenti saranno presentati utilizzando le notifiche di sistema. Ricordiamo inoltre che questa sarà l’ultima versione compatibile con Android Gingerbread. Per le altre novità vi rimandiamo alle note di versione sulla pagina di Google Play.

Panda rosso, fonte Wikipedia
Panda rosso, fonte Wikipedia

Per qualunque problema con il nuovo aggiornamento o qualsiasi altro di natura generale con Firefox venite a trovarci sul forum, faremo del nostro meglio per aiutarvi a risolverlo.


Disponibile Firefox 46.0

Logo Mozilla FirefoxÈ disponibile la versione 46.0 di Firefox. Da martedì 26 aprile è iniziata la distribuzione degli aggiornamenti automatici, se Firefox non si è ancora aggiornato potete farlo manualmente seguendo le istruzioni riportate nell’articolo “Aggiornamento di Firefox”.

Rispetto a altri aggiornamenti, questa versione non include novità molto rilevanti per quanto riguarda gli utenti finali, molto lavoro è stato fatto dietro le quinte per migliorare le prestazioni e preparare l’arrivo di novità molto importanti programmate per le prossime versioni come il multiprocesso.

Di seguito alcune delle novità principali di questa versione, per un elenco completo fate riferimento alle note di versione in inglese.

  • Migliorata la sicurezza del compiler JIT.
  • Risolto un bug riguardante la riproduzione di immagini SVG scalabili.
  • Risolto un problema con gli spazi su Google Docs nell’uso di screen reader.
  • Per quanto riguarda i sistemi Linux, è finalmente arrivata l’integrazione con le librerie grafiche di nuova generazione GTK3.
  • Adesso i contenuti multimediali su Netflix possono essere riprodotti senza alcun plugin grazie al nuovo CDM (modulo di decifrazione dei contenuti) Adobe Primetime. Per ulteriori informazioni su questo argomento vi rimandiamo all’articolo “Visualizzare contenuti DRM con Firefox” della KB Mozilla che spiega nei dettagli questa nuova tecnologia.

Come al solito molte novità riguardano il supporto di nuove caratteristiche HTML5 e gli strumenti per lo sviluppo web.

Per scoprire tutte le novità lato sviluppatori, oltre che alle note di versione in lingua inglese, vi rimandiamo all’articolo di MDN che tratta l’argomento in dettaglio.

Un altro articolo incentrato sulle novità lato sviluppatori verrà pubblicato a breve anche su hacks.mozilla.org, consigliamo quindi agli interessati di controllare il feed o la homepage del sito.

Firefox per iOS e Android

Ricordiamo inoltre che Firefox è disponibile anche per dispositivi iOS e Android.

Nella versione di Firefox per Android ora vengono mostrati gli URL nelle notifiche delle schede in background, i siti più popolari sono visualizzati di default nel pannello Siti principali e, nelle versioni di Android superiori alla 6.0, i permessi verranno richiesti in fase di esecuzione anziché durante l’installazione come avveniva in precedenza. Per le altre novità vi rimandiamo alle note di versione sulla pagina di Google Play.

Per qualunque problema con il nuovo aggiornamento o qualsiasi altro di natura generale con Firefox venite a trovarci sul forum, faremo del nostro meglio per aiutarvi a risolverlo.